La Collezione Permanente
  • Museo del Fumetto - 01 - Bocca di Rosa

    Bocca di Rosa – Giancarlo Caracuzzo – Le Nuvole di De Andrè 2009

  • Museo del Fumetto - 02 - La Buona Novella

    La Buona Novella – Tanino Liberatore – Le Nuvole di De Andrè 2009

  • Museo del Fumetto - 03 - Senza Titolo

    Senza Titolo – Milo Manara – Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. IX

  • Museo del Fumetto - 04 - Martin Mystere e Alarico

    Martin Mystere e Alarico – Raffaele Della Monica – Graffi di Primavera 2009

  • Museo del Fumetto - 05 - Alarico

    Alarico – Enrique Breccia - Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. VIII

  • Museo del Fumetto - 06 - Sirenas

    Sirenas – Sara Fratini – La Buena Vida

  • Museo del Fumetto - 07 - Moto Andrea Pazienza

    La storica moto YAMAHA di Andrea Pazienza, il bauletto con opere autografe e la China di Ferro di Zanardi opera di Giulio Pellegrini

  • Museo del Fumetto - 08 - Tex a Cosenza

    Tex a Cosenza – Gianluca Cestaro – Anteprima Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. VI

  • Museo del Fumetto - 09 - Homer e i fichi

    Homer e i fichi - Flavia Sorrentino - Comics Food 2015

  • Museo del Fumetto - 10 - Poldo e il Caciocavallo

    Poldo e il Caciocavallo – Flavia Sorrentino – Comics Food 2015

  • Museo del Fumetto - 11 - La Ficuzza

    La Ficuzza – Daniele Bigliardo - Dylan Dog. Un Amore Mostruoso a Cosenza 2013

  • Museo del Fumetto - 12 - Dylan Dog e Groucho Marx

    Dylan Dog e Groucho Marx – Angelo Stano – Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. VII

  • Museo del Fumetto - 13 - Alessandro il Molosso

    Alessandro il Molosso – Marina Comandini - Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. IV

  • Museo del Fumetto - 14 - Amore Sporco

    Amore Sporco - Nicola Alessandrini – residenza-cantiere Art In Progress 2013

  • Museo del Fumetto - 15 - Misteri di Calabria

    Misteri di Calabria – Daniele Bigliardo - Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. X

  • Museo del Fumetto - 16 - Green Economy, Green Art

    Green Economy, Green Art – mostra collettiva – 2015

  • Museo del Fumetto - 17 - Tex

    Tex – Gianluca Cestaro – Festival del Fumetto Le strade del Paesaggio ed. VI 2012

  • Museo del Fumetto - 18 - Canzone d’Amore al Kapitalismo

    Canzone d’Amore al Kapitalismo - Elias Taño – Festival del Fumetto Le strade del paesaggio IX 2015

  • Museo del Fumetto - 19 - Buon Compleanno, Pippo!

    Buon Compleanno, Pippo! –pag. 51 - Almanacco 214 del 1974

  • Museo del Fumetto - 20 - Da Topolinia a Darkwood

    Da Topolinia a Darkwood - Raffaele della Monica – Graffi di Primavera 2015

La collezione permanente del Museo del Fumetto vanta firme prestigiose tra cui vanno annoverate quelle di Milo Manara, Gilbert Shelton, Coco di Charlie Hebdo, Enrique Breccia, Tanino Liberatore, Ivo Milazzo, Davide Toffolo, Angelo Stano e Max Frezzato.

Tra gli obiettivi del Festival del Fumetto, nonché del Museo, la creazione di un forte legame tra il mondo dell’arte sequenziale, e il racconto del territorio di appartenenza.

Il pubblico, grazie alla padronanza della settima arte di artisti come Marina Comandini Pazienza, Alfredo Castelli, Gianluca Cestaro, che nel corso del tempo hanno interagito con leggende e storie della cultura calabrese rielaborandole in chiave fantastica, può ammirare da vicino opere dove gli artisti hanno reinventato miti e leggende di personaggi storici quali Alarico, Alessandro il Molosso e Annibale, a volte affiancandoli a protagonisti del fumetto seriale italiano come Tex, Martin Mystere e Zagor.

Della collezione permanente fanno parte inoltre, le tavole originali dell’albo speciale “Dylan Dog. Un amore mostruoso a Cosenza” pubblicato nel 2014. Il numero fuoriserie, diventato oggetto di culto per i collezionisti, è nato dalla collaborazione tra il Festival del Fumetto “Le strade del Paesaggio” e la storica e longeva casa editrice “Sergio Bonelli Editore”. Il susseguirsi delle tavole, esposte tra le mura dell’antico monastero, oggi sede dell’unico Museo del Fumetto in Italia, trascina lo spettatore in un viaggio inaspettato nelle strade della città bruzia, un tour insolito e surreale guidato dall’indagatore dell’incubo e dal suo assistente Groucho Marx.

Nel percorso espositivo anche la moto appartenuta ad Andrea Pazienza, con il baule, dove lo straordinario Paz aveva tracciato un disegno del leggendario Zanardi.

Il nostro sito usa i cookie per poterti offrire una migliore esperienza di navigazione.
Clicca su "OK, ho capito" per chiudere questa informativa, oppure approfondisci cliccando su "Maggiori Informazioni".